Bonnehiver

Bonnehiver: Lezioni di Tango

....e di nuovo il respiro che danza.il tango insegna la lentezza. l’ascolto. ti attendo. mi lascio andare all’istinto. solo nella sublimazione del non pensiero possiamo lasciarci fare all’amore. la necessità del contatto, del sentire l’abbraccio, del non perdersi.
il tango è la disperazione di questa “attrazione fisica tormentata dall’assenza dell’amore” (cit. Lorella Matassini).uno sconosciuto. i respiri che si fondono. nell’abbraccio. se mi tieni a distanza, non riesco a ballare. ho bisogno di sentire il tuo respiro, il battito del tuo cuore, la tua fronte sudata, la tua guancia contro la mia. la tua mano sulla schiena che mi guida e mi tranquillizza. il tuo piede, curioso, che gioca con il mio. sento il tuo tremito. senti se sono tesa. ci fondiamo.poi l’abbraccio si scioglie. ed un istante dopo, la memoria cade già nell’oblio.

 

Scrivi commento

Commenti: 0