Carlos Gavito

Carlos Gavito : Lezioni di Tango

Un ballerino non deve mai pensare a ciò che sta per fare, perchè si balla la musica non le figure.
Deve solo sentire la musica. 
I nostri piedi sono come i pennelli di un pittore.
Con essi dipingiamo la musica.
Ogni tango è differente ed ha differenti colori.
Sono umori sui quali noi danziamo e non sono mai gli stessi, perché il nostro stato d'animo è mutevole, perchè nessuno di noi è identico ad altri.
È incredibilmente bello sapere che ciò che si stà balllando è un succedersi di colori che ti fanno muovere e ti fanno fare una cosa o l'altra.
Carlos Gavito

 

Scrivi commento

Commenti: 0